RISPOSTE DOVUTE

E’da molto tempo che non rispondo ai commenti che mi vengono lasciati, e mi scuso per questo, non dipende altro che dalla mancanza di tempo e da altre cose in cui sono impegnato… Sopratutto per quanto riguarda il post IL MIO NATALE NON ESISTE, credo ci sia stato qualche fraintendimento…non ho mai detto che sono triste o cose del genere, volevo solo dire che il Natale mi è completamente indifferente, e l’unica sensazione che mi provoca questo periodo è solo rabbia, perchè sembra che nell’arco di 20 giorni si concentri tutto il buonismo umano, l’ipocrisia, il vogliamoci bene, il pensiamo ai bambini che nel mondo muoiono di fame, di guerre, di malattie, come se il resto dell’anno lo passassero in qualche hotel a 5 stelle o sulle spiagge tropicali a godersi la vita… Nessuno può essere così cieco da non accorgersi che ormai il Natale è diventato un grande business, sopratutto per chi lo spirito del Natale dovrebbe difenderlo e custodirlo, cioè la Chiesa…Io sono profondamente ateo, in fatto di religione l’unica cosa in cui credo è che Gesù Cristo sia esistito davvero, ma come uomo di questa terra, come ognuno di noi, che predicava i suoi messaggi pace, amore, giustizia, libertà…Sono anche abbastanza aperto da avere il massimo rispetto per chi invece è sinceramente credente (i bigotti e i moralisti laciamoli da parte…), per chi in questa sua fede trova conforto e pace, e se riesce in questo intento sono davvero contento per loro…Ma altrettanto rispetto esigo per chi, come me, non crede, o crede a modo suo in qualcosa che non è propriamente il dogma cattolico, mussulmano, ebraico, o quant’altro…Certo, il Natale è dei bambini, ma ai bambini abbiamo scippato il senso di una festa che per loro ha poca importanza che sia cristiana o pagana, purchè riescano a stupirsi davanti ad un regalo che aspettano tutto l’anno…Naturalmente anche io farò i miei regalini ai miei cuccioli, ma i distinguerò dal Natale, perchè i bambini, tutti i bambini del mondo, quelli dei paesi ricchi e quelli che muoiono ogni giorno a milioni, hanno il diritto di essere felici, non attraverso la nostra ipocrisia, non attraverso un modo di lavarsi la coscienza, non 20 giorni all’anno, ma al contrario devono essere felici ogni giorno dell’anno…

E’ questo che intendevo dicendo che IL MIO NATALE NON ESISTE, perchè non mi riconosco in questo mercato dove non si capisce se la merce è il regalo o è il bambino stesso, un mercato che per molti, troppi, è il lavacro della propria dignità e della propria coscienza, mentre non pensano che durante tutto il resto dell’anno il mondo poco a poco affonda nella sua miseria…Naturalmente non è un discorso destinato a tutti, riguarda solo me stesso e forse pochi altri, ma non c’è tristezza in me, solo malinconia e delusione nel veder finire questa festa, in cui pur non credo, nel fango.Tutto qui, giusto per chiarire alcune cose che forse ho spiegato male…. Hasta siempre. Carlo.

RISPOSTE DOVUTEultima modifica: 2007-12-20T10:51:36+01:00da viadel.campo
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “RISPOSTE DOVUTE

  1. beh che devo dire? e per lo meno steano come un ateo creda che gesù sia davvero esistito, che il natale possa essere una occasione per fare dei rgili ai propri cuccioli ecc.. da braco laico di ai tuoi figli i regali non ve li faccio perchè il natale non esiste,
    un saluto

  2. Non credo che tu pensi che non ci sia nessuno che anche in periodi diversi dal Natale pensa ad aiutare il prossimo. L’altro lato della medaglia è che almeno si approfitta del Natale per fare in modo che anche chi solitamente non lo fà seguendo l’ipotetico spirito natalizio…lo faccia!
    Gianni.

Lascia un commento