ALICANTE

                            VIDEO: GATO BARBIERI, “Straight into the sunrise”

 

Alicante

Une orange sur la table
Ta robe sur le tapis
Et toi dans mon lit
Doux présent du présent
Fraîcheur de la nuit
Chaleur de ma vie.

(Jaques Prevért)

Mio padre, oltre a suonare il sax, amava molto la poesia francese, in particolare Prevért. Questa era una delle sue preferite, e poco prima di andarsene, vinto da una lunga malattia poco prima di compiere cinquant’anni (io ne avevo appena compiuto quindici), decise di mettere in musica questi versi di Prevèrt…Purtroppo il tempo non gli diede tregua, spezzò le sue note, ammutolì il suo sax, e se lo portò via per sempre. Ogni volta che sento le note di un sax che volano in alto, penso sempre a questa poesia e alle serate in cui gli piaceva riunirci e farci godere della sua musica. Il sax è lo strumento più sensuale, intrigante, intenso e introspettivo che esista, quello che riesce più di tutti a creare atmosfere divine.

A lui, nel giorno di quello che sarebbe stato il suo onomastico, e ad Andrea, mio figlio che porta il suo nome, dedico queste note…

Hasta siempre… Carlo.

 

 

ALICANTEultima modifica: 2007-11-30T11:09:44+01:00da viadel.campo
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “ALICANTE

  1. Quella è una qualità di cui molti sono sprovvisti. Dopo le recenti vicende mi sono iniziata a chiedere se certa gente davvero alle cose più elementari proprio non ci arriva o se semplicemente non ci vuole arrivare perchè così gli fa comodo. O se ci arrivano benissimo ma non glie ne frega niente perchè gli frega solo di piegare la realtà e la verità ai loro scopi. Se si credono anche loro “unti dal signore” come Berlusconi, o se soffrono di qualche mania strana o turba psichica.
    P.S. Quella dell’unto del signore mi è ritornata in mente perchè ieri sera ho visto Benigni che commetava la divina commedia e non ha potuto non lasciarsi scappare le sue frecciatine a questo governo e al precedente…davvero esilarante.

  2. P.S del P.S….forse è vero che oggi è più tranquillo perchè è venerdì, o forse, siccome si avvicina il Natale, le cose rallentano fisiologicamente..oh ma hai visto che già da qualche settimana dappertutto mettono insegne, addobbi e luminarie (negli esercizi pubblici) natalizie? Ogni anno succede prima, presto ad agosto vedremo gli alberi di Natale in vendita?

  3. ciao, bello il pensiero dedicato a tuo padre e come augurio di buon onomastico al tuo cucciolo Andrea.
    J.Prevért è stato sempre da me molto apprezzato, versi belli con o senza musica. Ti aggiungo questa piccola poesia, dolcissima :

    Paris di notte

    Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
    Il primo per vederti tutto il viso
    Il secondo per vederti gli occhi
    L’ ultimo per vedere la tua bocca
    E tutto il buio per ricordarmi queste cose
    Mentre ti stringo fra le braccia

    buona giornata

  4. No, ma dai, perchè ti piace solo quando è passato?A me piace ancora perchè io lo vivo sempre a modo mio…indipendentemente dal contorno…o sei in crisi natalizia stile disckensiano?
    A me la lettura della Divina Commedia suscita ricordi tipo incubo: alle superiori il prof di italiano ci obbligava a studiare a memoria, e così io sapevo a memoria quasi tutto l’inferno (più i commenti della critica) , tutte nozioni che pur essendomi impegnata a rimuovere dalla mente in seppur minima parte hanno resistito…così ancora mi ricordo quel famoso canto V, Farinata degli Uberti e , naturalemente, il primo canto.

  5. preferisco di no, mizar va bene … e poi è il nome di una stella

    Conosco anch’io i cartoneros che hai visto tu, anche in Brasile sono migliaia e vivono proprio così, ma quelli di Buenos Aires, quelli che ho visto per tanto tempo e di cui ho scritto sono esclusivamente raccoglitori di immondizia con la speranza di ricavare qualche pesos. Neppure ci dormivano sotto i cartoni : erano troppo preziosi da venderli se mai li avessero trovati.

    Ti auguro una bella notte, piena dei profumi di sardegna e con il rumore del mare in sottofondo

  6. ……….he leido tu mail pero tengo problemas para enviarte la respuesta porque no va bien el servidor del correo…………mañana si funciona te explicare……….la traduccion:

    Tomado da todas las mujeritas, hembrinas y hembrinitas, mujer y chicas, caseras y chiquitas, en breve da todas la amigas que tiene aquì, no te se dignado ni de un ciao”…

    a ver es mujercitas, hembrinas y hembrinitas no lo decimos en español solo hembra y casi nunca se usa porque ademas queda como en un tono despectivo, despreciativo en español………no se el porque de esta frase supongo que es un problema de idioma debe tener un sentido que se escapa, porque asi de pronto no me hace mucha gracia………..bueno supongo que estoy muy cansada y ya mis neuronas no funcionan muy bien………….ya me lo explicaras……………
    Felicidades por el santo de tu hijo espero que hay tenido un muy feliz dia……….y si el ordenador quiere mañana te contestare, bona nit………petons

  7. PER CARMEN: querida, yo el frances no lo hablo nada…Ver, la poesia de Prevért es muy intencia y intrigante, no crees? El sax es lo instrumento màs màgico, sensual, caliente, llena alma y cuerpo como ningùn otros instrumento…Gracias por tu palabras por mi hjio, eres un sol…Por la traducion manana te explico la razòn y el porquè de aquella frase…no es un problema de tue neurones, querida…Non ver las horas de leer tua mail…besos y abrazos…Carlo.

Lascia un commento