SILENZI

fb002dbcd19fa3e2c402792a0a42ab28.jpg

http://viadelcampo.myblog.it/media/02/01/e1694f6a7780285b22e7feecac183e15.mp3
AUDIO: LIGABUE, Ho perso le parole

 

La verità dell’altro non è in ciò che ti rivela, ma in ciò che non sa rivelarti. Perciò se vuoi capirlo non ascoltare ciò che dice, ma ciò che non dice.

                                                 (K. Gibran)

SILENZIultima modifica: 2007-11-15T20:49:10+01:00da viadel.campo
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “SILENZI

  1. Degli altri,amiamo il silenzio.
    Perchè è lo spazio del sogno,in cui possiamo dipingerlo coi nostri colori.
    Perchè è la ferita nascosta,che una carezza potrebbe sanare,e una mano crudele far sanguinare.
    Perchè è il passato che non ci appartiene e il presente che ci domanda.
    Perchè è lo stesso luogo che unisce le nostre solitudini.
    Elisa

  2. Da ragazza avevo preso un diploma triennale di operatrice turistica, ora ho pareggiato tutte le materie che mi mancavano e quest’anno mi diplomo dirigente di comunità. l’intenzione è quella di iscrivermi a settembre a lettere e filosofia, vedremo. Un bacione Poldy

  3. Ora è tutto più chiaro. Comunque spero si sia capito che intendevo dire che in questo caso la legittima difesa non regge. Certo se per fare i processi ci vogliono mille anni, la giustizia non sempre si può fare. Resta il fatto che se sotto accusa c’è berlusconi (che non è sempre stato assolto solo per prescrizione) tutti applaudono, mentre se si parla di mastella, di prodi, di d’alema e di fassino o i no global è il magistrato che non va bene. Agnoletto ha detto che De Gennaro, allora responsabile dell’ordine pubblico, avrebbe apposta dato ordine di avere un certo atteggiamento verso i manifestanti per avere un buon biglietto da visita nei confronti del nuovo governo di centrodestra. Non si spiega allora perchè ora sia di nuovo stato confermato anche dal governo di centrosinistra. Il fatto che ci siano state violenze anche da parte di alcuni tutori dell’ordine pubblico però non cancella le responsabilità di chi ha messo a ferro e fuoco genova.
    E poi, sapendo bene che nella manifestazione ci sarebbero stati dei violenti, non ho proprio compreso l’iniziativa di non mettersi la tuta bianca da parte delle tute bianche. L’organizzazione sia dei manifestanti che delle forze dell’ordine ha fatto acqua da tutte le parti.

  4. In una notizia di qualche agenzia di stampa è uscito che nelle tasche del giovane laziale ucciso ci sarebbero stati dei sassi. Ma scusa, che quello avesse o meno dei sassi in tasca, non avendoli lanciati e comunque stando l’agente dall’altro lato della carreggiata che rischi c’erano?Che motivo c’era di sparare?

Lascia un commento